Sirbone, la grande marca!

martedì 26 giugno 2012

Piazza Grunge


In quaranta mila al Dall'Ara al 'Concerto per l'Emilia'. Ma nulla, Amy Winehouse non si è presentata.

Una giornata lunga, emozionante, che da speranza. Poi è iniziato il concerto.

Nonostante il grande successo dell'iniziativa, non si è potuto fare a meno di pensare al grande assente della serata: il sisma.

Vasco Rossi si è dissociato. Anche dal concerto.

Zucchero ha rotto subito gli indugi. Gran bella metafora.

Ligabue canta 'Il meglio deve ancora venire'. Deve avere di nuovo parlato con i sismologi.

In scaletta anche un grande omaggio a Lucio Dalla. Ma poi Bersani e Ron hanno preferito non incontrarsi.

Laura Pausini e Cesare Cremonini hanno interpretato 'L'anno che verrà'. Quindi aspettatevi un 2013 di merda.

(Il timore era che se la Pausini non fosse andata sul palco, il palco sarebbe andato dalla Pausini).

Il concerto ha voluto ricordare la terribile tragedia. Mingardi.

Cisco Bellotti di nuovo sul palco coi Modena City Ramblers. E' bastato fare un palco più grande.

I Nomadi chiudono con 'Dio è morto'. Non so se è morto, ma dicono che sia un po' permaloso.

(E chissà l'editoriale di Pontifex domattina).

La serata ha fatto registrare oltre due milioni di euro d'incassi, tutti devoluti in beneficenza per la campagna acquisti 2012-2013 del Bologna.

Il Concerto per l'Emilia ha permesso di raccogliere due milioni e mezzo di euro. Era il cachet minimo richiesto dal Papa per la visita.

venerdì 22 giugno 2012

Flagelli d'Italia



Image by: Lughino@Spinoza.it
Fiducia alla Camera per il ddl sulla corruzione. Diventerà legge.

Istituita per il 17 marzo la 'Giornata dell'Unità nazionale, della Costituzione, dell'Inno e della Bandiera'. E non dovrebbero esserci intoppi nemmeno per la Giornata del Balilla.

Il 17 marzo rimarrà comunque un giorno lavorativo. Quindi niente gite in Abissinia.

Franco Freda diventa editorialista di Libero. Sapeste con quanto amore si dedica al vetriolo.

Franco Freda editorialista di Libero. Ma ne ha ucciso più la spada.

Roma, Nanni Moretti investito in Vespa. "Con questi freni non ce la faremo mai".

L'investitore si è subito fermato a prestare i primi soccorsi. Ma nulla, la Vespa non riaccendeva.

Benedetto XVI a Milano per il celebre incontro mondiale delle Famiglie. La cupola.

Col Papa anche Tarcisio Bertone. Era quello che gli toglieva la sedia.

Il Papa ha visitato San Siro. Effettivamente l'annata dell'Inter è stata un po' storta.

La presenza di Ratzinger sul campo di San Siro ci porta ad un'amara riflessione: nel nostro campionato ci sono ancora troppi stranieri.

(Bendetto XVI in due giorni dalla Scala della musica alla Scala del calcio. Ma stai attento: la prossima è a chiocciola).

In tribuna un enorme cartellone col titolo dell'incontro: 'Prendi il largo con Pietro'. Immediato lo scatto di Virdis sulla fascia.

"La castità sia segno luminoso" ha dichiarato Benedetto XVI rivolgendosi a Boateng.

Il Papa: "C'è Gesù sotto le macerie". Dammi un'altro motivo per non tornare su YouPorn.

"Gesù è sotto le macerie" ha dichiarato Benedetto XVI tranquillizzando Gotti Tedeschi.

(Chissà l'interpretazione che ne darà Pontifex).

Benedetto XVI ha donato 100.000 euro ai terremotati emiliani. Carino da parte sua rinunciare alla sciarpa.

Sisma in Emilia, sciacalli si spacciano per uomini della Protezione civile. Visco: "Bankitalia non farà mancare il suo contributo".

Sisma, Napolitano visita Bologna: "Daremo la sveglia a chi si distrae". Ok, però non ripuntatela alle 10:25.